Evoluzione dello spirito e salute

Ogni individuo è un essere divino.
Ognuno porta dentro di sé matrice d’amore, espressione di pura divinità.
Ognuno esprime la propria divinità attraverso l’amore, lo fa in modo personale, a seconda del grado evolutivo spirituale raggiunto.
Tutti possiedono il seme d’amore divino, anche le persone ritenute spregevoli.
Esse esprimono l’amore come possono, come la propria evoluzione spirituale gli consente. Anche loro arriveranno ad esprimere pienamente il divino amore e non è questione di tempo ma di coscienza.
Ciò che comunemente viene definita malattia, è la contrastante dissonanza che esiste tra la nostra individuale essenza divina e l’azione o il pensiero che facciamo.
Vi è un istinto naturale che spinge ogni cosa e creatura verso la propria evoluzione spirituale. Andare contro o contrastare questa legge universale significa creare dentro o fuori di noi delle tensioni, più o meno inconsce. La legge universale si esprime attraverso l’amore incondizionato, privo di profitto personale.
Va considerato che quando una persona pensa male di un’altra, in verità sta pensando male di se stessa e a lungo andare questo male si esprimerà fisicamente. Quando si invidia, significa desiderare d’essere altro, non accettando ciò che si è. Continue ed estenuanti accumuli di tensioni, piccoli o grandi che siano, a lungo andare creeranno piccoli o grandi sofferenze fisiche.
La nostra gioia fisica dipende dalla personale evoluzione spirituale raggiunta e non può essere il contrario. Invece può essere che il dolore fisico aiuti l’evoluzione ma anche questo dipende dall’amore e coscienza che si esprime.
Ogni dolore sul piano fisico e psichico è dato dal contrasto esistente tra la personale evoluzione spirituali e le esigenze materiali apparenti.
Il dolore non si toglie definitivamente con una pastiglia o una erbetta, ma con la presa di coscienza che il male deriva da noi, non dal caso e nemmeno da una volontà divina, ma dal contrasto che noi facciamo, l’imitando la nostra evoluzione.
Quando attraversando il dolore si riuscirà a concepire che è sufficiente sciogliere questo contrasto, allora ci sarà la guarigione e un balzo in avanti, verso la vera essenza.
La perfezione del creato, di cui ogni essere è espressione, per facilitare la comprensione delle radici del disaggio, ha creato una sorta di linguaggio tangibile, fisico, che applicando dell’impegno è possibile comprendere e rendere più semplice il complesso.
In questo contesto possono essere di supporto e di aiuto anche i rimedi naturali, le tecniche come la meditazione, yoga e altro ancora, in grado di evidenziare l’unità in noi e l’unità nel creato.
Il corpo possiede una sua intelligenza autonoma, espressione dell’istinto di sopravvivenza e dell’evoluzione spirituale. Quando affligge un dolore, significa che vi è una certa tensione tra quello che siamo e quello che veramente dovremmo essere. La parte colpita può esprimere quale è la causa che contrasta l’evoluzione spirituale. Il dolore può essere la chiave con cui aprire le porte chiuse delle apparenze, per aprirle verso infiniti orizzonti universali che partono da noi.
Quando il dolore impedisce la mano, significa che si ha difficoltà nel dare o nel ricevere e questo contrasta con l’amore universale. Quando il dolore si manifesta nell’apparato digerente, significa che non riusciamo a “digerire” certi aspetti della vita, questo ci dice che non abbiamo compreso la legge universale della transitorietà, dove tutto ha un inizio e tutto ha una fine, il senso di tutto questo è l’evoluzione spirituale. Ogni ispirazione del respiro a un certo punto muore, lasciando posto all’espirazione, così continuamente in alternanza e ogni inspirazione ed esprirazione non sarà mai uguale alle precedenti; fine e inizio, vita e morte, continuamente si rinnova la presenza. Creando impedimenti al normale flusso si potrebbe avere conseguenze di soffocamento.
Il linguaggio del corpo è da intendere come espressione dello spirito divino che siamo e le cure per guarire (di guarigione e non di mantenimento), saranno rivolte verso la nostra essenza, nel frattempo ci possono aiutare e facilitare il compito, anche le cure naturali e le tecniche di pensiero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *